You are here

Intervento sul consuntivo 2011

Massagno Ambiente Consuntivo 2011

Ci  sarebbero diverse cose da dire sul consuntivo, mi limito però ad alcuni punti essenziali. A dicembre 2012, in sede di preventivo, si era nuovamente ribadito che la stima delle imposte era del tutto incomprensibile e sembrava non quadrare.  La situazione si ripete. Nel consuntivo 2011 le sopravvenienze sono indicate con un importo di circa Fr. 3 milioni superiori rispetto al preventivo. Una differenza impressionante e non comprensibile. Anche il revisore del comune ha messo in  dubbio le stime fatte dal Municipio e non per cifre da poco, ma per un importo di ben Fr. 900'000.-. Dopo che la problematica è stata ripetutamente sollevata in questa sede ed è stata ribadita dal revisore, si sarebbero dovuti portare elementi di chiarimento circa i metodi di stima usati negli anni precedenti, sia per il consuntivo che per il preventivo. Invece niente, il rapporto è assolutamente insufficiente su questo punto. Mi ha inoltre stupito che la Commissione della gestione non abbia ritenuto di sentire il revisore, per avere più informazioni sui diversi metodi di valutazione.  Credo che questo Consiglio abbia l’obbligo di approfondire questioni così rilevanti. Non credo si possano approvare dei conti, con spiegazioni così semplicistiche, quando c’è una diversità di vedute così ampia fra le valutazioni del revisore e quelle del Municipio.

Il Municipio indica inoltre che, dopo l’approvazione di questo consuntivo, provvederà all’allestimento dei piani finanziari. Credo sia inutile dire che i metodi di stima scelti determineranno le previsioni a medio e lungo termine. Prima di procedere mi pare assolutamente necessario fare chiarezza su questi aspetti.

Cari Colleghi, non posso che invitarvi a rimandare i consuntivi al Municipio perché vi sia un supplemento d’informazione sulle stime fatte dal Municipio e magari un rapporto chiarificatore da parte del revisore.

Il rapporto non fa alcun accenno alla mozione di Massagno Ambiente sui rifiuti. Il costo di smaltimento dei rifiuti nel frattempo continua a crescere. Ricordiamo che la nostra mozione, nonostante i ripetuti richiami, e i tempi di risposta che prevede la LOC, siano stati abbondantemente superati, continua a rimanere seppellita in un qualche cassetto del Municipio.

Per quanto riguarda l’Azienda Elettrica di Massagno, il Municipio non ha indicato se ci sono o meno, contatti in corso circa la cessione all’AIL degli impianti di Medeglia (ora Monteceneri) e Sonvico (che passerà a Lugano). Crediamo che prima di questa cessione ci debba essere una rivalutazione strategica dell’AEM e auspichiamo che il CdA dell’AEM non si impegni fintanto che il Consiglio Comunale non abbia avuto modo di valutare i possibili scenari futuri.

Domenico Zucchetti, intervento CC 29-5-2012