You are here

Referendum per il mantenimento della piscina

Comunicato stampa

Massagno: Referendum per il mantenimento della piscina coperta alle scuole elementari.

Un gruppo di cittadini ha deciso di raccogliere le firme necessarie per il referendum contro il credito di Fr. 18'125'000.— (MM 2224 del 19.11.2012 votato in CC lo scorso 20.12.2012) per la realizzazione della seconda fase della ristrutturazione delle scuole elementari che prevede l’abbattimento della piscina esistente.

I promotori del referendum ritengono che la popolazione di Massagno debba poter votare per decidere se sia accettabile privare i ragazzi delle scuole elementari di una piscina della quale usufruiscono con piena soddisfazione di tutti, da oltre 40 anni. Ritengono inoltre che il credito di oltre 18 milioni di franchi, che determinerà un aumento del moltiplicatore fino al 90%, sia eccessivo per la sola realizzazione di una doppia palestra e di un refettorio non dotato di cucina. I promotori sono quindi contrari all’idea di realizzare un progetto costosissimo e parziale rispetto a quello che aveva vinto il concorso.

 Il Consiglio comunale poteva prendere tempo e approfondire meglio la questione valutando ipotesi alternative più attente ai reali bisogni della popolazione scolastica. Si consideri inoltre che un immediato inizio dei lavori andrebbe a sovrapporsi a quelli già in corso per il restauro del fabbricato didattico, aumentando ulteriormente i disagi degli allievi. I promotori ritengono infine che ci sia tempo per trovare soluzioni più valide meno costose e soprattutto che mantengano la piscina alle scuole elementari, struttura molto apprezzata da allievi, genitori e da diverse associazioni e gruppi che ne fanno attualmente uso.

Si invitano tutti i cittadini a collaborare e firmare il referendum.

I coordinatori del gruppo promotore della raccolta firme,

Claudio Balestra, Sergio Bernasconi, Dolores Caratti Talarico

Allegati: