You are here

Rispetto dei beni pubblici

Tavoli, panchine, lampioni, ascensori, parchimetri, muri e tanto altro di Massagno si stanno riempiendo di autoadesivi per il sì alla votazione del 12 maggio. Dà sempre molto fastidio la mancanza di rispetto per le cose pubbliche e private, in questo caso il dispiacere è però ancora molto più intenso.

In Consiglio Comunale si è appena dibattuto sulla videosorveglianza. Si è parlato molto dell’indecente abitudine di maltrattare i beni comuni e di come arginare questo fenomeno. Non mi sarei aspettato che il cattivo esempio arrivasse proprio da un comitato formato da persone che dovrebbero invece essere d’esempio per combattere certi fenomeni, individuare e sanzionare i responsabili. Spero che questi comportamenti non risultino vincenti. Sarebbe il peggior segnale da dare ai nostri giovani, anche perché il tema in votazione verte proprio sul rispetto di un importante bene pubblico.

Il mio NO al credito di 18.1 milioni viene dalla convinzione che, una maggiore sensibilità verso quello che la piscina rappresenta e gli sforzi fatti dalle generazioni passate per costruirla, avrebbero evitato di indirizzarsi verso modernistiche esagerazioni architettoniche, che hanno portato all’esplosione dei costi e alla decisione di eliminare l’apprezzatissima e utilissima piscina delle scuole elementari.

Domenico Zucchetti

Consigliere Comunale Massagno Ambiente