You are here

Intervento sul PAL2

Intervento MM. 2308 stanziamento credito fr.7'063'200 PAL2

Colleghe e Colleghi,

Siamo chiamati questa sera a dover votare un importo di fr.7'063'200 a favore del PAL 2.

Questa richiesta ci viene sottoposta dalla Commissione regionale dei trasporti del luganese (CRTL) per compensare il mancato contributo della Confederazione al progetto presentato a suo tempo.

La Confederazione lo ha valutato tra i meno positivi della Svizzera, ottenendo in quel giudizio appena la sufficienza (4 punti su 12 invece di 8 punti su cui contava la CRTL) .

Il Dipartimento federale scrive: “Il programma non propone misure ristrettive specifiche all'agglomerato per contenere lo sviluppo degli insediamenti nelle zone urbane con un forte potenziale, ma ubicate nella zona periurbana e non ben servita dai trasporti pubblici. La strategia di sviluppo centripeto dell'agglomerato non è dunque convincente e il rischio di dispersione degli insediamenti rimane molto alto”.

La visione della “Nuova Città” e la realizzazione della linea tram-treno potrebbe variare la ripartizione modale in favore dei trasporti pubblici con un impatto positivo sulla qualità dell'aria e sulle immissioni foniche. L'assenza di misure per contenere l'incremento del traffico motorizzato privato neutralizza tuttavia in larga misura questa tendenza positiva. Gli effetti del programma d'agglomerato sui parametri ambientali sono dunque limitati. Il PAL2 non avrà quindi ricadute positive sul consumo di superfici rispetto alla tendenza fin qui manifestatasi: da un lato la realizzazione di nuove infrastrutture consumerà delle superfici e, dall'altro, la mancanza di una strategia integrata paesaggio-insediamenti non consente di contenere lo sviluppo d'insediamenti”.

Altre osservazioni state sottoposte sia dalla Confederazione, dai Comuni e da varie Associazioni Ambientali che vivono sul territorio e a stretto contatto con la cittadinanza dei diversi Comuni del comprensorio e che vivono parecchi disagi in prima persona..

Degna di nota la pubblicazione da parte dei Cittadini per il Territorio, delle Associazioni e dell'ATA del recente documento contenente proposte per un programma alternativo sostenibile per lo sviluppo dell'agglomerato luganese. VALE LA PENA DI LEGGERLO!

Per questi motivi vi invito a voler respingere il credito richiesto e invitare chi di dovere a volerlo migliorare tenendo in debito conto le osservazioni e critiche sul PAL2 da più parti pervenute (Confederazione, Comuni, Associazioni) per giungere ad un progetto condiviso evitando cosi eventuali referendum.

Sergio Bernasconi, cons.comunale “Massagno Ambiente”